AMATRICE

amatricana_prima_01.png

Amatrice (L'Amatrici in dialetto sabino) è un comune italiano di 2.495 abitanti della provincia di Rieti nel Lazio. Fa parte della comunità montana del Velino ed è sede del polo agroalimentare del parco nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga. Nel 2015 è entrata nel club dei borghi più belli d'Italia.

Amatrice è situata al centro di una conca verdeggiante, incastonata a sua volta in un'area al confine tra quattro regioni italiane: Lazio, Umbria, Marche e Abruzzo, in una zona strategica di passaggio tra versante adriatico e quello tirrenico, nell'alto bacino idrografico del fiume Tronto.

CUCINA

Amatrice è famosa per il sugo all'amatriciana, che ha reso impropriamente celebre la cucina romana nel mondo e con il quale si condiscono spaghetti, vermicelli o bucatini. Originariamente il sugo veniva preparato dai pastori con gli ingredienti a loro disposizione sulle montagne quando seguivano al pascolo le loro greggi. Gli ingredienti erano: guanciale a cubetti o fettine sottilissime, pecorino e spaghetti, piatto che veniva tradizionalmente chiamato "unto e cacio". La diffusione su scala nazionale si ebbe nell'Ottocento quando molti amatriciani emigrarono a Roma a causa della crisi della pastorizia e trovarono occupazione nel campo della ristorazione facendo conoscere il piatto tipico dei loro avi: l'amatriciana.
Ogni anno, nell'ultimo fine settimana di agosto, si tiene la sagra degli spaghetti all'amatriciana, una festa gastronomica che si tiene dal 1966 e costituisce una delle principali attrazioni turistiche pur non avendo origini tradizionali.

Image

FRAZIONI (Località)

Image

Domo fa parte del comune di Amatrice, in provincia di Rieti, nella regione Lazio.

La frazione o località di Domo dista 5,35 chilometri dal medesimo comune di Amatrice di cui essa fa parte.

Image

Poggio Vitellino fa parte del comune di Amatrice, in provincia di Rieti, nella regione Lazio.

La frazione o località di Poggio Vitellino dista 3,30 chilometri dal medesimo comune di Amatrice di cui essa fa parte.

Image

Cornillo Vecchio fa parte del comune di Amatrice, in provincia di Rieti, nella regione Lazio.

La frazione o località di Cornillo Vecchio dista 1,30 chilometri dal medesimo comune di Amatrice di cui essa fa parte.

Image

Faizzone fa parte del comune di Amatrice, in provincia di Rieti, nella regione Lazio.

La frazione o località di Faizzone dista 2,48 chilometri dal medesimo comune di Amatrice di cui essa fa parte.

Image

Cossito fa parte del comune di Amatrice, in provincia di Rieti, nella regione Lazio.

La frazione o località di Cossito dista 5,16 chilometri dal medesimo comune di Amatrice di cui essa fa parte.

Image

San Capone fa parte del comune di Amatrice, in provincia di Rieti, nella regione Lazio.

La frazione o località di San Capone dista 5,53 chilometri dal medesimo comune di Amatrice di cui essa fa parte.

DOPO IL TERREMOTO

Seicentodue edifici demoliti e oltre 150.500 tonnellate di detriti rimosse solo nell'ultimo anno. A due anni dalla prima terribile scossa che il 24 agosto 2016 ha distrutto Amatrice, Accumoli, Arquata e ha portato alla morte di 299 persone, continua il lavoro di centinaia di uomini e donne dell'esercito per ridare un volto ai borghi feriti.
"Il paese non c'è più." erano le prime parole del sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi, pochi minuti dopo il boato, quando alle 3.36 della notte il suo paese era stato cancellato. Con Amatrice erano andati perduti interi comuni tra Lazio, Marche e Abruzzo. Dei quasi 300 morti, 242 erano ad Amatrice e molti alloggiavano nello storico Hotel Roma.
La terra aveva tremato con una forza di magnitudo 6.0. L'epicentro del sisma era stato registrato nei pressi di Accumoli, in provincia di Rieti, nel Lazio. Ma la terra continuò a tremare in modo violento anche nelle ore successive, circa 300 scosse, quelle più forti di magnitudo 5,1 alle 4.32 e 5,4 alle 4.33 con epicentro a 5 chilometri da Norcia.