NORCIA

Image

Norcia (Nursia in Latino) è un comune italiano di 4 892 abitanti della provincia di Perugia. La cittadina è posta ad una distanza di 96 km dal capoluogo umbro, a circa 600 m s.l.m. e al limitare nord dell'altopiano di Santa Scolastica, un pianoro di origine tettonica collocato nel cuore dell'Appennino umbro-marchigiano ed inserito nel comprensorio del Parco Nazionale dei Monti Sibillini. È il comune più orientale della regione Umbria.

Dal punto di vista geografico e naturalistico Norcia è collocata nel punto di raccordo di due realtà paesaggistiche assai diverse ma contigue: la Valnerina, ovvero il comprensorio della stretta valle fluviale scavata dal fiume Nera e dai suoi affluenti, con le sue pendici montane scoscese ricoperte di vegetazione a foglia caduca, e i Monti Sibillini

CASTELLUCCIO

Image

Castelluccio è una frazione del comune di Norcia (PG) in Umbria ed uno dei centri abitati più elevati dell'Appennino.

Il paese si trova sull'Appennino Umbro-Marchigiano, a circa 28 km da Norcia, raggiungibile attraverso una strada panoramica, posto in cima ad una colle che si eleva sull'omonimo altopiano (Piani di Castelluccio) tra i più vasti dell'Italia Centrale ed inserito nel Parco nazionale dei Monti Sibillini,che ne fanno uno dei centri abitati più elevati degli Appennini. Di fronte ad esso si erge la sagoma del Monte Vettore.

La presenza dell'uomo nella zona è testimoniata sin dall'epoca romana, con il rinvenimento di alcuni oggetti in terracotta presso la Fonte di Canatra, in località Soglio. Nella fondamenta di una casa furono rinvenute nei secoli passati diverse monete romane risalenti al periodo dell'imperatore Claudio il Gotico, e lungo la strada che conduce a Forca di Presta, si trovò anche la tomba di un soldato romano. Il nucleo attuale risale al XIII secolo, anche se alcune ricerche tendono a retrodatarne la fondazione.

MONUMENTI

Parco nazionale dei Monti Sibillini (1993), area protetta di 72 000 ha che ospita animali quali il lupo, l'aquila reale ed il falco pellegrino.
Monte Vettore (2 478 m), uno dei più alti monti dell'appennino centrale, nonché cima più alta delle Marche. A breve distanza dalla sommità, si trova il Lago di Pilatodi origine glaciale.

Cima del Redentore (2 448 m), cima più alta dell'Umbria, e l'omonima spettacolare cresta che consente una superba vista aerea sui piani di Castelluccio
Chiesa di Santa Maria Assunta (XVI secolo), con una pregevole scultura lignea policroma della Madonna in adorazione del Bambino (1499), ad opera di Giovanni Antonio di Giordano, scultore norcino. La chiesa è stata costruita nella prima metà del 1500. A causa del Terremoto la chiesa si e danneggiata, che ha distrutto Amatrice il 24 agosto 2016

Image

DOPO IL TERREMOTO

Il 30 ottobre 2016, una scossa di magnitudo 6.5, alle 7.41 colpì Norcia e tutta la Valnerina umbra. Un terremoto che, pur non facendo vittime, causò crolli, danni e migliaia di sfollati. A due anni dal sisma, alle 7,41 Norcia si è fermata per un momento di riflessione e preghiera in piazza San Benedetto. Ventiquattro mesi dopo, secondo le istituzioni, in Umbria la fase dell'emergenza può dirsi conclusa. Circa 750 Sae sono state installate nei comuni di Norcia, Cascia e Preci: mancano solo le otto casette ordinate per Castelluccio. Molti negozi, ristoranti e altre attività imprenditoriali inagibili hanno riaperto in strutture temporanee installate per consentire il ritorno alla normalità. Nei borghi più colpiti, tra cui San Pellegrino e Castelluccio, sono iniziate le demolizioni degli edifici più compromessi.